Bavarese alle nocciole e vaniglia con salsa di pere

Il tempo delle dolcezze è ahimè terminato. È finito il periodo dell’Energia Terra, dei sapori dolci e confortanti, per lasciare il posto a quelli più piccanti e pungenti dell’Energia Metallo, ovvero il pieno autunno. E che ci fa una bavarese di nocciole in pieno autunno?? Ci fa. Innanzitutto, ho delle ottime nocciole, tipiche di questa stagione. Inoltre, il fatto che non ci troviamo più in un clima caldo non significa che non possiamo concederci un dolce ogni tanto, quando ne sentiamo il desiderio.

bavarese alle nocciole

L’importante è fare attenzione agli eccessi yin

Stiamo per entrare nel periodo più freddo dell’anno, anche se ci sembra ancora così lontano, e in questo momento l’energia espansiva yin non fa che ostacolare il tentativo del nostro corpo di concentrarsi per creare più calore.

I dolci sono generalmente yin, ma tutto è relativo: un gelato è molto più yin di un biscotto, senza contare la presenza di zucchero, la sostanza più yin che possiamo assumere. Quindi i dolci che ci possiamo concedere in questo periodo autunnale e invernale dovrebbero avere queste caratteristiche:

  • senza zucchero
  • senza prodotti raffinati (farine, dolcificanti, lieviti, aromi…)
  • senza frutta tropicale, che è molto più yin
  • senza troppe spezie, anch’esse molto yin
  • soprattutto sempre cotti a lungo, anche creme e budini

Infine, ai dolci da forno (che non sono vietati, ma dovrebbero essere limitati) preferiamo quelli cremosi e a vapore, per evitare l’effetto contraente della combinazione farine + forno.

Detto ciò, coccoliamoci questo finesettimana con una buona bavarese di nocciole e vaniglia!

bavarese alle nocciole

Bavarese di nocciole e vaniglia con salsa di pere

Per 2 persone

350 ml di latte di soia autoprodotto + mezzo bicchiere
1 cucchiaino e mezzo di agar agar in polvere
1 cucchiaio di kuzu
50 g di nocciole sgusciate leggermente tostate
un pizzico di vaniglia Bourbon
3 cucchiai di malto di riso

1 pera conference matura
un pizzico di sale
mezza mela

Sciogliere il kuzu in poca acqua fredda. A parte frullare mezzo bicchiere di latte con le nocciole leggermente tostate, possibilmente senza troppa pellicina esterna. Unire tutto in un pentolino con il malto, un pizzico di sale, l’agar agar e la vaniglia. Mescolare velocemente e portare a bollore. Lasciare sobbollire molto dolcemente per 20 minuti, mescolando spesso per non far attaccare l’alga sul fondo del pentolino. Trasferire subito negli stampini della bavarese.

Mentre la bavarese intiepidisce, sbucciare e tagliare la frutta. In genere utilizzo tutta la buccia (se sono bio), ma in questo dovendo fare una salsa abbiamo bisogno di morbidezza. In un pentolino versare mezzo bicchiere di acqua o succo di mela e aggiungere la frutta con un pizzico di sale. Cuocere per almeno 15-20 minuti, facendo attenzione che l’acqua non evapori troppo. Una volta cotte, frullare tutto con un po’ di liquido di cottura (non versarlo tutto, verificare prima la consistenza della salsa ed eventualmente aggiungerne dell’altro).

Conservare la bavarese in frigorifero fino a 10 minuti prima di servirla con la salsa tiepida.

bavarese alle nocciole  bavarese alle nocciole

Senza categoria

Informazioni su umesapiens

Sono Silvia, vivo in Brianza e da anni mi dedico anima e corpo alla cucina naturale, vegana e macrobiotica. Organizzo su richiesta corsi di cucina naturale e piccoli catering a domicilio. Sono disponibile per consulenze macrobiotiche.

Precedente Progetto Tavola Calma: educazione alimentare Successivo Muffins a vapore con limone e mandorle

One thought on “Bavarese alle nocciole e vaniglia con salsa di pere

Lascia un commento

*