Budino al cardamomo con farina di cicerchie e latte di mandorla autoprodotto

L’idea di preparare un budino al cardamomo con farina di cicerchie è un’evoluzione di una scoperta illuminante. Tempo fa, spulciando fra ricette orientali (di cui vado matta), trovai un dolce molto curioso, che prevedeva lenticchie e latte di mandorla. a parte i miei Brownies ai fagioli neri, non avevo mai pensato ad utilizzare i legumi nei dolci vegan al cucchiaio, ma subito l’idea mi conquistò.

In effetti, tutti i legumi sono dolci, soprattutto se cotti a lungo. In particolare le lenticchie rosse e gialle (mung dhal), i ceci, i fagioli neri, i cannellini, i piselli. E ovviamente le cicerchie. Questo legume meraviglioso merita un posto nella hit delle proteine vegetali.

Dal punto di vista nutrizionale, le cicerchie hanno un elevata percentuale di proteine contro una bassissima quantità di grassi. Ancora oggi costituiscono la base alimentare per alcune popolazioni africane e asiatiche, mentre erano perlopiù scomparse nel mondo occidentale. Solo negli ultimi anni, con la riscoperta dei semi antichi, si è ripresa anche in Italia la loro produzione su larga scala (per fortuna!). In passato, probabilmente si cessò la coltivazione anche a causa del latirismo, un disturbo grave provocato dall’assunzione massiccia di latirina, contenuta nelle cicerchie. Basta un lungo ammollo (anche fino a 24 ore) e non mangiarle tutti i giorni per tutta la vita, per evitare il problema!

Ma tornando al nostro budino al cardamomo con farina di cicerchie, sfruttiamo il sapore naturalmente dolce del legume sia per diminuire l’utilizzo del dolcificante, sia per abbassare l’impatto glicemico del dolce, una qualità che possiedono tutti i legumi. Inoltre, questo piacevole dessert al cucchiaio è completamente senza glutine e senza grassi aggiunti, quindi adatto a tutti in ogni situazione, anche dopo il pasto.

Ecco la semplicissima ricetta.

budino al cardamomo con farina di cicerchie
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    15 + ammollo minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Latte di mandorle autoprodotto (*) 500 ml
  • farina di cicerchie 40 g
  • agar agar 1 cucchiaino
  • cardamomo in polvere 1/2 cucchiaino
  • cannella in polvere 1 pizzico
  • Sale marino integrale 1 pizzico
  • succo concentrato di mele 2 cucchiai

Preparazione

  1. budino al cardamomo con farina di cicerchie

    Per prima cosa, trattandosi di legumi, è buona norma lasciare in ammollo la farina di cicerchie nel latte di mandorle autoprodotto. Lasciare per almeno qualche ora, io per tutta la mattinata.

  2. Aggiungere l’agar agar, il sale, le spezie e sbattere bene con una frusta. Aggiungere anche il succo concentrato di mela e mettere sul fuoco

  3. Portare ad ebollizione e poi abbassare la fiamma, mescolando spesso. Lasciare sobbollire per circa 10 minuti e poi spegnere il fuoco.

  4. Versare subito nelle ciotoline, oppure in un unico stampo. Lasciare intiepidire e poi conservare al fresco fino a solidificazione.

  5. budino al cardamomo con farina di cicerchie
  6. budino al cardamomo con farina di cicerchie
  7. corso di autoproduzione

    Corso di autoproduzione

(*) Autoproduzione

Per imparare ad autoprodurre latte vegetale a partire da frutta secca, cereali e legumi, c’è il mio corso di Autoproduzione – sabato 24 marzo dalle 10 alle 13. Impareremo anche a fare un buonissimo formaggio veg (senza ingredienti strani!) e qualche condimento speciale per insaporire in nostri piatti. Tutto rigorosamente HOMEMADE. Iscriviti qui oppure contattami

Senza categoria

Informazioni su umesapiens

Sono Silvia, vivo in Brianza e da anni mi dedico anima e corpo alla cucina naturale, vegana e macrobiotica. Organizzo su richiesta corsi di cucina naturale e piccoli catering a domicilio. Sono disponibile per consulenze macrobiotiche.

Precedente Miglio con crema di porri, mandorle e masala indiano Successivo Condimento speciale: gomasio all’umeboshi

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.