Crema di ortiche e pastinaca

Continuando sulla scia delle erbe selvatiche e dei fiori eduli, oggi propongo una crema di ortiche e pastinaca, ottima per aprire il pasto. Molti abbandonano zuppe e minestre non appena la bella stagione dà cenni della sua presenza su questo pianeta; per quanto mi riguarda, creme, zuppe, vellutate, minestroni, brodi e guazzetti non mancano mai sulla mia tavola per tutto l’anno!crema di ortiche e pastinaca

“Una zuppa al giorno” doveva recitare il detto… altro che una mela -che magari è pure piena di pesticidi e fertilizzanti! Le consistenze calde e cremose hanno il potere di rilassare profondamente i nostri organi interni. Non a caso si dicono comfort food. Questa crema di ortiche e pastinaca è ideale per la primavera appena iniziata, perché si tratta di verdure ed erbe selvatiche primaverili, indispensabili per rimanere sintonizzati con la terra e con l’avvicendarsi delle stagioni.

In ogni momento la Terra ci fornisce ciò che ci serve per mantenerci in salute e in armonia con essa, perciò non sottovalutiamo l’importanza di nutrirci secondo natura! Cucinare con le erbe spontanee ci può aiutare a capire di cosa abbiamo bisogno e la scienza della nutrizione conferma questo concetto. Infatti in primavera, la stagione dell’Energia Legno secondo la macrobiotica e la MTC, legata al colore verde, a fegato e cistifellea, troviamo ampia disponibilità di foglie verdi, perlopiù amare:

carciofi
cicoria
rucola
ravanelli
tarassaco
crescione
erbette
indivia
agretti
radicchi
borragine
piantaggine
fiori vari (margherite pratoline incluse!)

Con le ortiche c’è da sbizzarrirsi: dai risotti alle minestre, passando per i ripieni e le farifrittate, ci si potrebbe riempire un’enciclopedia di ricette con le ortiche! L’anno scorso avevo sperimentato un buonissimo pesto di ortiche per gli gnocchi, quest’anno vado di zuppetta!

Perciò se avete bisogno di rilassarvi e avete voglia di un ottimo comfort food, non sentitevi fuori dal coro: è sempre tempo di zuppe, creme e minestroni, l’importante è assecondare la stagione.

crema di ortiche e pastinaca

Crema di ortiche e pastinaca

2 radici di pastinaca
1 piccolo porro (la parte bianca)
ortiche tenere (un sacchettino pieno)
1 spicchio d’aglio
shiro miso (miso bianco)
un pizzico di sale
2 C di olio di semi di zucca (facoltativo)*
semi di lino e girasole (facoltativo)*

Innanzitutto pulire le ortiche: immergerle in un’ampia bacinella di acqua fredda e sfregare delicatamente con le mani (munitevi di guanti!). Scolare e tenere da parte. Pulire le radici di pastinaca e il porro, tagliare tutto a rondelle. In una casseruola versare un cucchiaio di olio, il porro tagliato a rondelle, un pizzico di sale e un goccio d’acqua. Lasciare sfrigolare un minuto, poi aggiungere la pastinaca, coprire con 2 tazze di acqua calda e portare a ebollizione. Lasciare sobbolire per circa 10 minuti, poi aggiungere le foglie di ortiche e continuare la cottura per altri 5 minuti. Prelevare un mestolino di brodo, in cui sciogliere il miso. Spegnere il fuoco, frullare tutto con un minipimer. Aggiungere lo shiro miso sciolto e mescolare. Impiattare ultimando con un goccio di olio di zemi di zucca (facoltativo) e qualche seme tostato.

 

*Se siete in Quaresima e state evitando l’olio e i semi, questa crema di ortiche e pastinaca si può cucinare anche senza, usando solo acqua

 

crema di ortiche e pastinaca crema di ortiche e pastinaca

umesapiens

Sono Silvia, vivo in Brianza e da anni mi dedico anima e corpo alla cucina naturale, vegana e macrobiotica. Organizzo su richiesta corsi di cucina naturale e piccoli catering a domicilio. Sono disponibile per consulenze macrobiotiche.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*