Pulizie di primavera! Quaresima alimentare o fioretto?

Non allarmatevi, non sono impazzita! Alcuni di voi si saranno accorti che da diverse settimane pubblico sulla pagina facebook piatti senza olio e suggerimenti per condimenti senza grassi – non è mica facile condire pasta e cereali senza olio!

Ora vorrei approfondire la questione dell’importanza della pulizia del corpo in questo periodo. Non mi riferisco tanto all’igiene, ma all’interno del nostro corpo. Le pulizie di primavera energetica, come mi piace chiamarle, o quaresima alimentare, sono la stessa cosa: un periodo ben definito nel tempo, che deve essere di almeno una settimana, al massimo di un mese (salvo controindicazioni da valutare con un Operatore olistico o un esperto in macrobiotica), in cui la dieta diventa estremamente semplice.

La buona notizia, è che non ci sono limiti nelle quantità, quindi non occorre soffrire la fame; la cattiva notizia… beh basta elencare i “NO” della quaresima alimentare:

Cosa evitare durante la quaresima alimentare:

  • cibo animale (è sempre grasso, anche quando è magro)
  • grassi in generale (olio, semi oleosi*, frutta secca, olive, alimenti naturalmente grassi)
  • prodotti da forno
  • cibo stagionato
  • alcol e zuccheri

cibi grassi

Cosa mangiare durante la quaresima alimentare:

  • cereali integrali in qualsiasi forma (chicchi preferibilmente, creme, fiocchi, pasta, polenta)
  • legumi in qualsiasi forma
  • almeno una zuppa al giorno (meglio se zuppa di miso)
  • verdure di stagione in vari stili di cottura, con un’enfasi particolare sulle foglie verdi e amare scottate in acqua bollente e condite con limone
  • condimenti agrodolci (limone, senape, acidulato di umeboshi, malto, shoyu o tamari)
  • sapori leggermente piccanti (daikon, ravanelli, cipolla, rape, zenzero, un po’ di spezie)
  • dolci di frutta agro-dolci (kanten)
  • *unica “permissione grassa”: un cucchiaio di gomasio per condire cereali o verdure

La quaresima alimentare, in poche parole, è una dieta molto semplice vegana, ma che non ci fa mancare nulla, perché tutto ciò che ci serve è contenuto naturalmente nel cibo non trattato.

zuppa di misodieta macrobiotica

Ci tengo a precisare un concetto: l’assenza di grassi non è per dimagrire, ma per agevolare il lavoro di pulizia del fegato. Il fegato è il primo filtro del nostro sangue e per permettergli di eliminare tutto il “vecchio” per far spazio al “nuovo”, è indispensabile evitare di dargli lavoro extra, mangiando grassi che poi dovrà smaltire. La primavera è il momento in cui l’energia del fegato è al massimo, per questo è il periodo migliore per la quaresima alimentare – e anche per quella religiosa-spirituale, perché mente e corpo sono una cosa sola e una profonda pulizia del corpo avrà un effetto straordinariamente forte anche liberandoci la mente.

Con la quaresima alimentare facciamo già moltissimo per noi stessi, ma se volessimo proprio rendere intensa ed efficace questa pulizia, possiamo aggiungere qualche piccolo accorgimento al nostro stile di vita per questo breve periodo:

  • frizioni quotidiane su tutto il corpo, preferibilmente la mattina
  • mangiare presto
  • fare esercizio fisico regolare ma non stressante, per aumentare l’elasticità (molto utile lo yoga)
  • andare a letto presto la sera

yoga

Non obbligarti a fare nulla controvoglia: se non senti questo regime come una possibilità per te, o se è un momento già particolarmente difficile e delicato della tua vita, non mi sento di consigliarti di fare la quaresima alimentare. Non è semplice – lo nascondo – perché andiamo a sciogliere cose anche molto profonde dentro di noi, non solo a livello fisico, ma anche emotivo. Insomma, è un periodo intenso su tutti i livelli!

Non me la sento di fare la quaresima… posso fare comunque qualcosa per me?

Se vuoi comunque avvicinarti a una depurazione, senza però fare la quaresima “integrale”, puoi fare come me: fai un fioretto! Lavorando in un ristorante, non mi è praticamente possibile mangiare in questo modo, quindi ho deciso di prendere un solo alimento -unvizio o un alimento un po’ problematico che mangi tutti i giorni- e toglierlo completamente dalla dieta, almeno per 10 giorni (se riesci, per un mese!). Anche così puoi osservare come cambia il tuo corpo e la tua percezione del mondo estero!

Io ho scelto di fare il fioretto del tahin (nota bene: lo uso tutti i giorni in infinite varianti, dolci e salate, mi è davvero difficile rinunciarvi!), che come saprete è un alimento molto grasso e che soddisfa molto il palato. Se bevi tanto caffé, stimolanti o mangi dolci con lo zucchero tutti i giorni, ecco, quelli sarebbero dei fioretti perfetti!

Dopo Pasqua diamo il via al mese dei fioretti/della quaresima alimentare! Scrivetemi per farmi sapere cosa avete scelto come fioretto e come procede la quaresima.

Ecco i prossimi eventi:

07/04/2018
9:00 am – 11:30 am
La Primavera in Medicina Cinese e in Macrobiotica
Il Naturale, Cernusco Lombardone
12/04/2018
7:00 pm – 10:00 pm
Corso di verdure e condimenti
Ume sapiens, Lomagna
19/04/2018
7:00 pm – 10:00 pm
Corso di verdure e condimenti
Ume sapiens, Lomagna

 

 

Senza categoria

Informazioni su umesapiens

Sono Silvia, vivo in Brianza e da anni mi dedico anima e corpo alla cucina naturale, vegana e macrobiotica. Organizzo su richiesta corsi di cucina naturale e piccoli catering a domicilio. Sono disponibile per consulenze macrobiotiche.

Precedente Chutney di cipolle fermentate con curry e semi di senape Successivo Mousse di mele e mandorle al cardamomo (in versione primaverile)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.