Miglio al cavolfiore: il cereale del buonumore

Vi avevo già parlato del miglio e delle innumerevoli qualità di questo cereale, quint’essenza dell’energia Terra, tipica del primo autunno. Lo ripropongo perché in effetti a casa lo cucino spessissimo: almeno 3 volte la settimana non mi faccio mancare un piatto di miglio con verdure. Mi sfugge il motivo, ma mi sono resa conto che collego questo cereale al buonumore! Perciò lo cucino sia quando mi sento particolarmente ispirata, sia quando invece necessito di una buona dose di brio, di solito a causa della pesantezza di una giornata. Inspiegabilmente, mi mette subito allegria!

Dato che si tratta di uno dei 4 cereali che dovrebbero costituire la base dell’alimentazione umana (insieme a riso, orzo e frumento), brevemente riassumo le sue caratteristiche più importanti:

  • È l’unico cereale alcalino, perciò va benissimo anche in caso di eccesso di acidità nello stomaco e in generale nel corpo (reflusso, ulcere, gastrite, infezioni di ogni tipo).
  • Va benissimo per rinforzare l’intestino e quindi le difese immunitarie, in particolare se abbinato a verdure tonde e radici.
  • Aiuta ad eliminare la ritenzione di liquidi dal corpo e mantenerci asciutti, perfetto per prepararsi ai mesi freddi.

miglio_cavolfiore6

Il miglio alla zucca è un MUST della cucina macrobiotica anche curativa, e trovate la ricetta nel mio articolo su La Rivista della Natura. Mentre oggi vi propongo la versione col cavolfiore, che oltre ad apportare tutti i benefici che vi ho elencato, è anche utile per rafforzare il cuore. L’ho accompagnato con una semplice salsa leggermente acidula, che trovo perfetta per completare la dolce sinfonia di questo piatto.

Miglio col cavolfiore

1 T di miglio lavato e scolato
1 T di cavolfiore lavato e tagliato a pezzettini
3 T di acqua o brodo vegetale leggero
un rametto di timo
sale
1 C di olio di sesamo
un mazzetto di prezzemolo fresco (facoltativo)

Per la salsa: 2 C di tahin prodotto con sesamo tostato, 1 C di acidulato di umeboshi, 3-4 C d’acqua

miglio_cavolfiore1

Prendere una casseruola bassa e larga con il fondo spesso, spennellare il fondo della casseruola con l’olio e tostare il miglio. Prima che inizi ad attaccare aggiungere un mestolo di brodo, il cavolfiore e il timo. Iniziare la cottura, aggiungendo il brodo man mano che asciuga, come per fare un risotto.

Il miglio cuocerà in circa 20 minuti, a seconda del cereale. Rimuovere il timo. Prima di impiattare aggiungere del prezzemolo tritato, che dà un tocco di freschezza.

 miglio_cavolfiore3

Senza categoria

Informazioni su umesapiens

Sono Silvia, vivo in Brianza e da anni mi dedico anima e corpo alla cucina naturale, vegana e macrobiotica. Organizzo su richiesta corsi di cucina naturale e piccoli catering a domicilio. Sono disponibile per consulenze macrobiotiche.

Precedente Vegan Burger di zucca, tofu e quinoa con birra glutenfree alla quinoa Successivo Castagnaccio vegan, senza glutine, senza zucchero

2 thoughts on “Miglio al cavolfiore: il cereale del buonumore

Lascia un commento

*