Sugo di barbabietole con orzo mondo

Il sugo di barbabietole è per me come una madeleine di Proust. Ogni tanto mi assale una nostalgia del buon vecchio sugo della mamma, quello con tanto tanto pomodoro a pezzettoni, l’olio evo – quello bello tosto – e una spruzzata di origano. Perché lei lo fa così. Poi ho imparato che il pomodoro non c’è tutto l’anno, anche se al supermercato lo vendono tutto conservato in mille modi: scatola, tetrapak, latta, vetro etc. La nazionalpopolare pasta al pomodoro non è un piatto 4 stagioni, ma piuttosto un piatto estivo. Sembra impensabile pensare di ridurre a pochi mesi l’anno le abbuffate di amatriciana, arrabbiata, puttanesca o norma, tutti must della confusa “dieta mediterranea de no’antri“.

“Ma ci sono le conserve – dicono tutti – e i pomodori sono raccolti in estate, quindi sono di stagione”.

Ma il problema – rispondo io – non è solo coltivare i pomodori a dicembre, ma soprattutto mangiare i pomodori a dicembre. Se mettessimo un pomodoro fuori dalla finestra per una notte nei giorni della merla, al mattino ritroveremmo un cubetto di ghiaccio squarciato. I frutti e gli ortaggi estivi non sopravvivono a certe temperature, proprio per le loro caratteristiche intrinseche, che li rendono unici e ciascuno utili ciascuno a proprio modo. Quindi come possono giovare al nostro corpo, se li assumiamo fuori stagione? Qual è il loro effetto su di noi? Esattamente quello che abbiamo visto nel pomodoro ghiacciato: raffreddano. Dovremmo mangiare sempre ciò che ci armonizza con il clima e la stagione, non rincorrere e desiderare ciò che non appartiene a un certo luogo né a questo tempo.

sugo di barbabietole orzo mondo

Per quanto sia vero e giusto tutto ciò, siamo italiani e anche a me capitano momenti di nostalgica voglia di quel sapore, quella consistenza e quel profumo. Qualche volta mi concedo il piatto di pasta tradizionale, per tutto il resto dell’anno trovo questo sugo di barbabietole molto utile per fronteggiare le voglie di pomodoro. Ho già parlato della pasta al finto pomodoro qui, davvero squisita nella sua genuinità.

Ancora meglio se al sugo di barbabietole associamo un cereale in chicco come l’orzo mondo o anche l’orzo decorticato, il cereale principe della primavera. Consumare cereali nella loro forma più prossima a come nascono in natura, ci fortifica profondamente.

La ricetta è di una semplicità quasi estrema, l’orzo è cotto a parte e il saporitissimo sugo di barbabietole completa il piatto, ricordando vagamente il pomodoro sia nell’aspetto che nell’equilibrio di acidità e dolcezza.

Sugo di barbabietole con orzo mondo

180 g di orzo mondo o orzo decorticato
1/2 barbabietola fresca
1 piccola carota
1/2 gambo di sedano
1/2 cipolla dorata
1 foglia d’alloro
1 rametto di origano fresco
2-3 C di olio evo
2 C di acidulato di umeboshi o succo di limone
sale

Sciacquare bene l’orzo, eliminare eventuali corpi estranei e lasciarlo in ammollo in acqua (il doppio del suo volume) per tutta la notte.

Trasferire in una pentola larga e bassa, aggiungere un pizzico di sale e portare a cottura. Cuocere fino a completo assorbimento dell’acqua, controllare la cottura e se necessario aggiungere poca acqua calda e prolungarla.

Nel frattempo pulire e tagliare le verdure a fettine sottili, fare un soffritto con olio e cipolla, poi aggiungere alloro, origano e le altre verdure, salare poco e saltareper due minuti. Versare dell’acqua calda per cuocere in una sorta di guazzetto, che non deve mai asciugare. Continuare la cottura per 10 minuti circa, tutte le verdure devono essere tenere. Verso la fine rimuovere gli odori, aggiungere acidulato oppure succo di limone (in questo caso aggiustare anche di sale), mescolare bene e poi spegnere il fuoco. Trasferire nel contenitore del minipimer e frulare tutto, eventualmnete aggiungendo un po’ da’cqua calda; la consistenza deve essere come quella di un sugo.

Servire il cereale con il sugo di barbabietole al centro e un rametto di finocchietto o prezzemolo.

sugo di barbabietole orzo mondo

 

sugo di barbabietole orzo mondo

umesapiens

Sono Silvia, vivo in Brianza e da anni mi dedico anima e corpo alla cucina naturale, vegana e macrobiotica. Organizzo su richiesta corsi di cucina naturale e piccoli catering a domicilio. Sono disponibile per consulenze macrobiotiche.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*