Miglio con crema di porri, mandorle e masala indiano

Ieri è stata una giornata strana: una brutta notizia inaspettata, un senso di disorientamento, anche un pizzico di rabbia, e un piatto di miglio con crema di porri.

Cucino sempre, ma a volte la cucina diventa un modo per somatizzare moti interiori. Ognuno di noi ha dentro di sé le risorse per trasformare le brutte esperienze in qualcosa di unico, puro e profondamente bello. Ansia, dispiacere, dolore, rabbia non sono altro che energia: usiamola! Trasformiamola e facciamone una risorsa, perché in genere è davvero grande la sua portata.

Anche un semplice piatto di miglio con crema di porri contiene in sé il principio di yin e yang, del dualismo di ogni cosa

Ieri una brutta energia mi ha urtato, ho incassato il colpo e l’ho usata per creare qualcosa di cui avevo bisogno per uscire dal vortice, l’opposto di ciò che provavo: qualcosa di dolce, di vero, e anche un pizzico di audacia e vitalità. Così è nato questo piatto di miglio con crema di porri, mandorle e masala indiano (dolce, semplice, leggermente speziato e piccante), che ho amato alla follia!! È anche un piatto senza glutine, quindi adatto a tutti.

Ogni cosa ha un dritto e un rovescio“, dice Ohsawa. Sta a noi capire come riequilibrare una situazione che equilibrio non ne ha.

miglio con crema di porri

Miglio con crema di porri, mandorle e masala indiano

180 g di miglio decorticato
1 porro di medie dimensioni
sale marino integrale qb
50 g di mandorle pelate
una punta di masala indiano
1 C di olio di sesamo

Sciacquare il miglio in abbondante acqua fredda e scolare bene. In una pentola bassa e larga mettere a bollore acqua corrispondente a 2 volte e 1/2 il volume del cereale (usare un contenitore graduato o una tazza). Una volta raggiunto il bollore, salare e buttare il miglio. Far riprendere il bollore, coprire con coperchio e abbassare il fuoco. Cuocere fino a completo assorbimento dell’acqua.

Nel frattempo, pulire il porro e togliere le foglie esterne, conservandole per la guarnizione. Tagliare a tocchi e rosolare in padella per due minuti con olio, sale e il masala. Aggiungere le mandorle e un mestolo d’acqua calda. Cuocere finché i porri sono completamente cotti: devono essere morbidissimi e molto dolci. Spegnere il fuoco e frullare tutto per ottenere una crema morbida e spumosa.

Per la guarnizione: tagliare a listarelle sottili le foglie esterne del porro, ungerle, salarle e passarle in poca farina di mais fioretto. Riporle distanziate in una teglia con carta forno e mettere sotto il grill finché non si asciugano e diventano croccanti.

Servire ilmiglio al naturale guarnito con la crema di porri, granella di mandorla e porri croccanti.

 

miglio con crema di porrimiglio con crema di porrimiglio con crema di porri

 

…e dopo aver girato l’energia, eccomi pronta a ripartire! Nuovi corsi all’orizzionte, iniziamo con:

8/03/2018
10:00 am – 3:00 pm
Corso di cucina: panificazione – 2a data
Ume sapiens, Lomagna
24/03/2018
10:00 am – 1:00 pm
Corso di autoproduzione
Ume sapiens, Lomagna

 

E non dimenticate la cena di San Valentino da Naturangolo a Osnago, per tutti quelli che amano il partner, la mamma, i figli, il cane, la vita!

menu vegan san valentino

 

Senza categoria

Informazioni su umesapiens

Sono Silvia, vivo in Brianza e da anni mi dedico anima e corpo alla cucina naturale, vegana e macrobiotica. Organizzo su richiesta corsi di cucina naturale e piccoli catering a domicilio. Sono disponibile per consulenze macrobiotiche.

Precedente Chips di cavolo nero: la semplicità che paga Successivo Budino al cardamomo con farina di cicerchie e latte di mandorla autoprodotto

Lascia un commento

*